Lettura della Mano

La lettura della mano ha radici molto profonde nell’antichità. Infatti si parla di tale arte già dai tempi dei Romani. Essa viene definita l’arte della chiromanzia, dal greco cheiromantéia (mano + predire). Dalla lettura della mano è possibile predire non solo il futuro di una persona ma anche capire la sua personalità e il suo carattere. Per poter leggere la mano bisogna innanzitutto individuare le linee cardine che determinano il profilo emotivo di una persona.

Lettura della Mano

Prima di distinguerle, bisogna sfatare un mito che riguarda la differenza tra la mano destra e quella sinistra. Ebbene secondo diverse scuole di pensiero ogni mano avrebbe un potenziale differente a seconda del sesso della persona. Ad esempio per la donna, la mano destra costituisce tutto quello che aveva d’innato quindi il suo talento, mentre quella sinistra mostrerebbe le varie esperienze accumulate nel corso della sua esistenza. Negli uomini queste due interpretazioni si invertono. Di conseguenza la mano sinistra è il suo bagaglio con il quale è nato, mentre quella destra rappresenta tutte le conquiste accumulate nel tempo.

Ragion per cui prima di leggere la mano si deve scegliere che cosa si vuole sapere da questo consulto: in che modo il bagaglio iniziale ha influito sulle proprie scelte o in che modo le conquiste ottenute modificheranno il proprio cammino e quindi i progetti futuri. A quel punto per poter leggere la mano dobbiamo imparare a definire le linee che ci consentiranno di analizzare il passato, il presente e il futuro. In ogni mano ci sono 3 linee fondamentali: quella del cuore (la prima orizzontale), quella della testa (la seconda orizzontale) e quella della vita (la terza che è rappresenta una curva). Inoltre ci sarebbe anche una 4 linea, quella della fortuna (la quarta che taglia verticalmente la prima e la seconda, ma non tutti ce l’hanno).

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.